Nobilart

Ciclo Applicativo

Contattaci
per maggiori informazioni

Categoria: Posa

Nobilart

NOBILART

Nobilart può essere applicato su superfici di natura diversa previo trattamento delle stesse.

INTONACI CEMENTIZI NUOVI O BASE GESSO
Assicurarsi che l’intonaco sia asciutto e adeguatamente stagionato (minimo 4 settimane). Se necessario provvedere al consolidamento con prodotti idonei. In presenza di muffe o alghe trattare la superficie con adeguati biocidi. Applicare un’eventuale mano di fissativo acrilico. Applicare una o due mani di PITTURA DI FONDO PER EFFETTI DECORATIVI.

INTONACI CEMENTIZI GIÀ DIPINTI CON VECCHIE PITTURE
Se la pittura vecchia non e perfettamente ancorata deve essere asportata meccanicamente. Eventuali difetti devono essere stuccati. In presenza di muffe o alghe trattare la superficie con adeguati biocidi. Applicare un’eventuale mano di fissativo acrilico. Applicare una o due mani di PITTURA DI FONDO PER EFFETTI DECORATIVI. NOBILART è pronto all’uso e si applica a pennello in mano unica. L’applicazione può essere effettuata in molti modi diversi e con numerosi attrezzi differenti. A seconda della modalità di applicazione prescelta si otterranno effetti estetici diversi e nuovi.

EFFETTO NUVOLA

Applicare NOBILART a pennello incrociando continuamente il senso di stesura; livellare quindi ulteriormente il prodotto passandolo con una spatola di plastica.

EFFETTO TESSUTO

Applicare NOBILART come fosse una tradizionale idropittura. Prima dell’essiccazione, passare la superficie con una spazzola rigida avendo cura di mantenere sempre lo stesso senso. Tale effetto e consigliato per piccole superfici.

EFFETTO DAMASCATO

Applicare una mano di NOBILART con il pennello, incrociando le pennellate e lasciando il prodotto in abbondanza sulla superficie. In seguito passare un frattazzo in plastica od in acciaio, appoggiandolo completamente sulla superficie ed effettuando movimenti circolari più o meno ampi a seconda dell’effetto desiderato.

EFFETTO TRECCIA

Applicare NOBILART a pennello, coprendo bene la superficie. Prima dell’essiccazione passare sulla superficie la punta di una spazzola a setole rigide, effettuando dei movimenti a “S” dall’alto verso il basso per creare un effetto treccia. Per raggiungere un effetto ancora più tridimensionale si consiglia di ripetere l’operazione ma con movimenti speculari: “Ꙅ”.